NEWS

24/03/2020
L'ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LA SICUREZZA INFORMATICA PRESENTA IL CLUSIT 2020

Anche quest’anno il Clusit, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, ha presentato il “Rapporto 2020” in cui analizza gli aspetti della sicurezza informatica evidenziatisi durante lo scorso anno.

Purtroppo, come era facile immaginare, i dati non sono per nulla buoni: sono stati registrati più di 1.600 attacchi gravi, con una tendenza di crescita del 7% rispetto al 2018.

Ogni mese si sono registrati in media quasi 140 attacchi importanti a livello mondiale, con una crescita di quasi il 50% rispetto al periodo 2014/2018.
Questi dati si riferiscono solo agli attacchi importanti di cui si è venuti a conoscenza e che hanno provocato danni, mentre sono molti di più quelli tentati o bloccati dai sistemi di sicurezza.

Ancora molti di più sono quelli di cui non si è venuti a conoscenza, per la tendenza generale a evitare di rendere pubbliche le aggressioni informatiche o le perdite di dati.

Se entriamo nel dettaglio poi, notiamo come il 26% dei casi riguarda attacchi con impatto critico, il 28% alto mentre il restante 46% “solo” medio.

Il Cybercrime la fa da padrone con l’83% dei casi e una crescita del 12% rispetto al 2018. A seguire lo spionaggio informatico (Cyber Espionage) con il 12% e il 5% per la guerra informatica (Cyber Warfare).
 

Il Cybercrime si divide tra:

  • 44% Malware (+ 24,8% sul 2018) di cui il 46% sono Ransomware;
  • 17% Pishing e Social Engineering (+ 81,9% sul 2018);
  • Altre tecniche come “Account cracking”, DDos, vulnerabilità note, ecc.
     

Nel 2019, rispetto al 2018, gli attacchi gravi sono avvenuti verso le categorie:

  • Multiple Targets (+29,9%);
  • Online Services / Cloud (+91,5%);
  • Healthcare (+17,0%);
  • GDO/Retail (+28,2%);
  • Others (+76,7%);
  • Telco (+54,5%);
  • Security Industry (+325%).

 

Siamo di fronte ad un mondo che cambia costantemente e questo ci deve rendere consapevoli che la “cyber security” non è una sfida del domani ma di oggi, anzi di ieri. È necessario porre la massima attenzione su questi aspetti che possono risultare per un’azienda letali come le mancanze finanziarie o economiche.

 

Autore: Alessandro Gigliotti Team Leader Auditor ISO 9001 e ISO 27001

 


TORNA A TUTTE LE NEWS